.
Annunci online

A NAPOLI "TABLEAUX VIVANTS": CARAVAGGIO
post pubblicato in diario, il 23 gennaio 2015
           

Nel Complesso Monumentale di Donnaregina, sede del Museo Diocesano di Napoli,  anche quest’anno  Tableaux Vivants” riscuotono consensi  con una nuova rappresentazione su 21 capolavori del Caravaggio.

 

Il progetto, nato nel 2006, ogni anno ritorna con successo proponendo un esperimento in cui la pittura prende vita dinanzi agli occhi degli spettatori proiettandoli direttamente nelle splendide e reali scene dei dipinti: un modo di avvicinarsi all’arte che esalta le emozioni, permettendo di cogliere l’essenza più profonda delle opere.

 

Davanti agli occhi dei visitatori si compone un quadro con attori veri, seguendo la tecnica dei quadri viventi o “tableaux vivants” che affonda le sue radici nel settecento: un piccolo gruppo di attori propone 21 opere del Caravaggio, facendole “vivere” davanti  agli occhi ammirati dei visitatori, coinvolgendoli a livello emotivo.

 

Le musiche di Mozart, Vivaldi, Bach e Sibelius  valorizzano ulteriormente i tableaux  in cui i corpi degli attori avvolti da stoffe drappeggiate fanno rivivere le opere sulla scena, disponendosi plasticamente in modo veloce e naturale, come nelle vere opere dell’autore.

 

Ritroviamo i forti contrasti tra luce ed ombre che nei quadri caravaggeschi accentuano il realismo  delle figure umane le quali si stagliano su sfondi cupi attraversati da squarci di luce violenta.

 

Un plauso va dunque anche agli attori i cui nomi vanno ricordati: Andrea Fersula, Serena Ferone, Ivano Ilardi, Laura Lisanti, Chiara Kija, Paolo Salvatore, Claudio Pisani.

 

Da ricordare anche le date delle rappresentazioni relative all’anno 2015: 18 Gennaio-22 febbraio-29 marzo-19 aprile-10 maggio-7 giugno 2015. Prezzo del biglietto: 8 euro adulti, dai 7 ai 18 anni 4 euro, gratis fino a 6 anni.

 

Da precisare, inoltre, che il biglietto d’ingresso comprende anche la visita allo splendido Museo Diocesano. Inaugurato il 23 ottobre 2007 presso la seicentesca chiesa di “Santa Maria Donnaregina Nuova” per volontà del cardinale Crescenzo Sepe, il  Museo Diocesano custodisce opere di Massimo Stanzione, Luca Giordano, Francesco Solimena, Aniello Falcone, Andrea Vaccaro che sfilando sotto gli occhi dei visitatori insieme ad altri oggetti d’arte, conducendoli in un percorso culturale storico-religioso, ricco di tradizione locale.

 

Per più dettagliate informazioni, si consiglia di consultare il sito www.museodiocesanonapoli.com

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 

Sfoglia dicembre        febbraio