.
Annunci online

TRA REFERENDUM ED ELEZIONI REGIONALI
post pubblicato in diario, il 16 settembre 2020
Per quanto riguarda il referendum, oggi ciò che manca è "la qualità" più della quantità. Una qualità che dovrebbe essere difesa dalla sinistra, mentre la destra ne fa uno slogan quando ha fatto di tutto per distruggerla. Davvero c’è troppa confusione! E ci viene in mente che il Diritto allo studio è sacrosanto, dalle elementari ai livelli più avanzati per tutte le classi sociali. Ne guadagnerebbe anche la politica oggi mal rappresentata da tanti personaggi ignoranti. In verità i partiti dovrebbero selezionare meglio i loro iscritti in particolare quando poi offrono loro ruoli di rilievo. Ci vorrebbe una legge che impedisse a gente incolta, incompetente, e talvolta anche indagata per vari reati, di entrare in politica e addirittura candidarsi alle elezioni! E inoltre non ci sembra giusto che, mentre tanti giovani laureati siano costretti ad espatriare, compresi i cosiddetti 'cervelli', venga permesso a gente che non ha ancora 30 anni di entrare in Parlamento e di avere accesso ad importanti ministeri, a rappresentarci nel Parlamento europeo, con incarichi di grande responsabilità che richiederebbero cultura, competenza, conoscenza dell'inglese e quant'altro. E poi perché non tagliare i costi abolendo tanti privilegi che ancora esistono? E perché non modificare prima la legge elettorale? E perché con circa mille seguaci si può fondare un nuovo partito? A che serve questo referendum se non si risolvono le suddette cause? Purtroppo i grandi partiti progressisti sono ora divisi, mentre quelli conservatori trovano intese. E se un domani con nuove elezioni ci trovassimo di fronte ad un parlamento dimezzato nelle mani di partiti illiberali, dove finirebbe la democrazia? Altro errore è dare una connotazione simile a quella di elezioni nazionali, sia a referendum che ad elezioni regionali con l'obiettivo di affondare il presente governo, senza pensare alle conseguenze gravissime per l'Italia in crisi per Covid ed errori pregressi addebitabili a tutti i partiti e....senza considerare il contesto internazionale attuale. Sono una semplice cittadina che si sforza di capire decisioni assurde e preoccupanti. Giovanna D'arbitrio
Sfoglia agosto        ottobre